L’alluce valgo è una problematica molto diffusa che interessa i piedi, soprattutto delle donne, e può rivelarsi molto dolorosa. Alla base della famosa “cipolla” c’è una sublussazione dell’articolazione collegata al primo metatarso. Si percepisce quindi dolore perché c’è una deviazione dell’alluce dalla sua posizione originale. Scopriamo insieme i diversi stadi dell’alluce valgo, quali sono le cause e alcuni rimedi naturali per attenuarne il dolore.

 

Alluce valgo: sintomi e cause

Ci sono diversi stadi della problematica. Nei casi più lievi la punta dell’alluce tende curvarsi verso le altre dita, in quelli più gravi vi è la sovrapposizione dell’alluce con esse. La “cipolla” rappresenta solo il sintomo esterno, quello più evidente di questa sovrapposizione. Il dolore, i problemi posturali sono ben più complessi.

Quali sono le cause dell’alluce valgo? Il carattere ereditario sicuramente influenza la patologia. Pare che ci siano delle predisposizioni genetiche che, unite alla scarsa cura di alcune patologie plantari, lo determinino.

Se ad esempio il soggetto trascura per lungo tempo un “piede piatto” e sceglie delle calzature scomode acquisendo un’errata postura si predisporrà a caricare troppo peso nella parte anteriore del piede. Caricare peso nella parte anteriore del piede significa a provocarne l’insorgenza dell’alluce valgo.

Perché i soggetti più sensibili all’alluce valgo sono le donne? Le ricerche hanno mostrato che le donne hanno problemi di alluce valgo circa dieci volte maggiori rispetto agli uomini.  Probabilmente questo è dovuto all’utilizzo di calzature più scomode. Le donne usano scarpe a punta stretta e con tacco superiore ai 4-5 cm. Abbiamo visto come l’errata postura della parte anteriore del piede determina la predisposizione della problematica.  Il tacco alto a lungo andare comporta infatti un’infiammazione e quindi una sintomatologia dolorosa.

 

Rimedi naturali per l’alluce valgo

 

rimedi naturali che vi suggeriamo avranno lo scopo di ridurre la sintomatologia nei suoi picchi dolorosi. Innanzitutto vi consigliamo di indossare scarpe comode e dalla punta larga e con tacco di massimo di 4-5 cm.

 

·         Pediluvi defaticanti. Ogni sera con l’aggiunta di olio essenziale di lavanda e acqua calda. Può rivelarsi utilissimo anche un leggero massaggio anteriore, magari aggiungendo anche l’olio mandorle.

·         Impacco freddo. Una volta alla settimana o nei momenti di massimo dolore. Per alleviare le infiammazioni immergete un panno pulito in un composto di olio essenziale di rosmarino (5 gocce), camomilla romana (4 gocce), lavanda (5 gocce). Posizionate sulla parte e lasciatelo agire per almeno 30 minuti. Evaporerà e sentirete che giovamento. Nb. La stessa soluzione va bene anche per i mal di testa appoggiata sulla fronte!

·         La tisana di Sambuco. Lasciate in infusione per 10 minuti 3 cucchiai dei suoi splendidi fiori.

 

Il plantare e la scarpa adatta

È  bene ricordare che è possibile provare a rallentare la progressione dell’alluce valgo mediante l’utilizzo di un plantare ad hoc. Il plantare ortopedico deve essere possibilmente realizzato su misura presagomanti a (anche se oggi ne vendono molte in farmacie specializzate) e va indossato con tutte le calzature. Le nostre scarpe Riposella consentono di inserire il plantare anatomico secondo le tue esigenze. Il motto di questo produttore è addirittura “camminare per riposare”. Provatele e vi renderete conto di non poterne più fare a meno.

Ricorda che il plantare può migliorare la situazione soltanto nei primi stadi dell’alluce valgo. Nel caso di livello troppo avanzato della patologia è possibile che il medico curante t’indirizzi verso un approccio chirurgico.

 

--> Leggi anche Scarpe sinonimo di qualità